AITI sezione Puglia

Info per i soci

Quota associativa 2018

La quota associativa annuale ammonta a:

100 EUR per i soci ordinari

70 EUR per i soci aggregati

La quota associativa dovrà essere versata sul conto corrente indicato dal 1° gennaio al 31 gennaio. Successivamente sarà possibile pagare con mora del 30% entro il 28 febbraio. Fatte salve le deroghe previste dall'articolo 7 del Regolamento nazionale, dal 1° marzo il socio che non ha versato la quota annuale viene dichiarato decaduto.

Le scadenze sopra indicate non si riferiscono ai nuovi ammessi durante l'anno, per i quali è valida la quota associativa standard, purché versata entro un massimo di 15 giorni dalla comunicazione di ammissione. Ricordiamo a questo proposito che l'ammissione diventa effettiva solo nel momento in cui il nuovo socio effettua il versamento della quota associativa. Lo stesso dicasi per l'inserimento nell'annuario online del nuovo socio.

 

Per il versamento utilizzare esclusivamente le seguenti coordinate bancarie:

BANCA PROSSIMA (GRUPPO INTESA SAN PAOLO)
CONTO: 1000 / 00142193
INTESTATO A: ASSOCIAZIONE ITALIANA TRADUTTORI E INTERPRETI - SEZ. PUGLIA
IBAN: IT77 C033 5901 6001 0000 0142 193

Ricordare di specificare la causale: QUOTA AITI [ANNO, COGNOME E NOME - indicare l’anno in corso e il nome completo per esteso, es. 2050, GARIBALDI GIUSEPPE].

 

Subito dopo aver provveduto al pagamento della quota, si prega di inviare una conferma via e-mail all’indirizzo tesoreria@puglia.aiti.org.

 

La ricevuta di avvenuto pagamento della quota associativa annuale verrà spedita per e-mail dalla Tesoreria e la tessera associativa sarà consegnata/spedita appena disponibile.

Per evitare ogni disguido nell’emissione delle ricevute, intestate esclusivamente alla persona del socio, si invitano tutti i soci a controllare al più presto che i dati presenti nella propria scheda AITI in AREA PERSONALE (indirizzo, CF ecc.) siano aggiornati. Chi non volesse far apparire il proprio indirizzo postale in annuario può inserirlo nel campo “Note recenti” e darne comunicazione al webmaster regionale. Non verrà emessa nessuna ricevuta corretta a posteriori per il mancato aggiornamento della scheda.

Si ricorda che l’aggiornamento della scheda in annuario è di responsabilità del singolo socio.